Stampa

28/10/2012 - 4^ Edizione Lucca Marathon

Gruppo Podistico Parco Alpi ApuaneL'angolo del Podista
Dopo tanto esaltare il caldo prolungato di una torrida estate ecco che la natura riprende il suo corso (mica tanto) e ci riporta fin troppo bruscamente ad un inverno anticipato, saltando a piè pari l' autunno, tutto questo preambolo solo per dire che oggi la giornata sotto gli auspici meteorologici è veramente inclemente per questa maratona della città di Lucca, riversando su di essa un acqua ininterrotta ed un gelo cui non abbiamo fatto in tempo ad abituarci, peggio per una corsa di lunga distanza non potrebbe essere, ed anche io che amo correre sotto la pioggia, oggi francamente non sarei partito.
La giornata comincia molto presto,ore sei colazione per la Caterina e via a prendere l' amico Mario in quel di Rughi per accompagnarlo a Lucca, poi loro per la loro strada ed io in veste di giudice FIDAL verso il nostro punto ritrovo, in attesa di prendere posizione non mi rimane che salutare i vari amici e conoscenti che corrono o "accompagnano" atleti in questa gara, poi verso la partenza sugli spalti delle mura, da dove verro dirottato insieme ad un altro tapino verso il passaggio della mezza maratona per verificare il corretto passaggio degli atleti, in una giornata come questa era auspicabile un gazebo, dove oltre a poterci riparare avere la possibilità di scrivere su carta asciutta senza l' impedimento dell' ombrello, fortunati i cronometristi che se ne stavano riparati in macchina. Alla mala peggio ci siamo arrangiati stando per quasi tre ore ammollati ed intirizziti dal freddo, quasi veniva da invidiare quei "poveri emerodromi" che correvano sotto la pioggia e che ci regalavano un sorriso quando sentivano pronunciare il loro numero di pettorale o meglio ancora quanto li riconoscevamo e li incitavano. Dopo le due ore e quaranta cinque minuti, termine fissato come limite per potere portare a termine nel tempo massimo la maratona ci siamo fatti caricare dal pulmino dei ritirati per ritornare fin sull' arrivo, lungo il tragitto recuperiamo alcuni che si sono arresi, se non alla fatica a vari indolenzimenti muscolari, il rientro in città dopo il 31° Km è alquanto problematico, in una carreggiata ristretta per consentire il traffico veicolare almeno in un senso di marcia gli atleti vengono pure ostacolati da tre vetture di soccorso che procedono nel loro senso di marcia ad andamento ridotto non si sa bene per quale motivo e che impediscono il normale svolgimento della gara prendendosi i giusti rimbrotti di chi è già in difficoltà per il tempo e la stanchezza, anche il nostro furgone, trovandosi impossibilitato a passare contribuisce a creare confusione, poi quando la strada si allarga, possiamo superare e ritornare nei pressi della città da un altra direzione. Poco più di 800 gli iscritti, circa un centinaio quelli che non si sono presentati al nastro di partenza, non male considerato il brutto tempo, questo ha anche influito sul riscontro cronometrico di molti atleti. il primo a tagliare il nastro di arrivo è stato Tyar Abdelhadi (Recastello radici group) col tempo di 2:23:18 seguito da Jaquad Zain (running evolution) 2:24:39, terzo Mei Massimo ( atletica castello) 2.24:51, tra le donne 1^Stefani Elisa (Atl. Fanfulla Lodigiana) col tempo di 2:44:47, segue Mustat Lara , 2:57:58, terza Franzese Concetta ( Enterprise sport) 3:11:02. Buono anche il piazzamento dei nostri ragazzi, posizionatisi: 7^ posizione Portes Spenser Valera, 2:32:38- 10°JAMALI Jilali 2:36:54- 11°RUBINO Danile2:38:36 ( primo Lucchese), 12° SIMI Stefano 2:39:15, 13° DAVINI Giorgio 2:39:31, altri,31° BONINI Mario,90° PASQUINI Giacomo,112° ADORISIO Nicodemo. Peccato per il tempo ma a fine ottobre è sempre un terno al lotto, peccato che proprio non si riesca a debellare l' intolleranza degli automobilisti verso le corse, è vero che sono costretti anche a lunghe attese per poter passare, ma i cartelli sulle strade avvisano chiaramente della chiusura delle stesse per cui possono anche pazientare un ideina, non invidio gli addetti che si devono sorbire i rimproveri se non peggio da parte dei motorizzati, a loro va tutto il riconoscimento e la gratitudine per quello che fanno, senza l' aiuto di questi non ci sarebbe nessuna possibilità di poter fare delle gare, un grazie tramite loro va ai gruppi sportivi che si sono prodigati oltremodo per assistere tutti i podisti ( anche i "Portoghesi") e rendere loro meno pesante la gara.



{jcomments off}

13a StraCastelnuovo

Il GP Parco Alpi Apuane organizza per sabato 28 Ottobre la 13a Edizione della StraCastelnuovo Sotto il volantino con tutte le info  

CamminiAMO... insieme

Marcia locomotoria di 1, 2, 5, 10 Km   Domenica 28 Maggio 2017   Ritrovo ore 8:00 in P.zza Umberto, Castelnuovo di Garfagnana (Lucca)Partenza alle 9:30   AMOlucca destina il ricavato per attività di volontariato oncologico a Castelnuovo di...

Ancora un podio per Jilali Jamali

In un week-end caratterizzato da poche gare, tipico dei periodi invernali in cui si privilegiano le lunghe distanze, ancora una buona prestazione per JILALI JAMALI che ha ottenuto un ottimo 3° posto alla “2 Mulini”, gara di 14 km circa...

Parco Alpi Apuane protagonista su più fronti

Ancora un week-end di corse che ha visto gli atleti del G.P. Parco Alpi Apuane – Marathon Sport impegnati su più fronti, dai cross alla corsa in montagna. Il siciliano Giorgio Scialabba, dopo un’ottima stagione in cui ha dato il massimo in...